image

Ed eccolo qui il mio secondo articolo per IsAG.
E’ una breve ricerca sullo sviluppo delle politiche dell’Unione africana in ambito sanitario.

Da come potrete leggere, l’Africa ha seri problemi a sviluppare una politica univoca sulla sanità, anche se, comunque, sono stati fatti passi molto importanti negli ultimi anni. Le statistiche sulla mortalità infantile e maternale, come quelle sull’incidenza dell’HIV ed in generale sull’incidenza delle malattie tropicali, confermano questa cosa.
Se avrete modo di leggere l’articolo, capirete come gran parte di questo sviluppo è da attribuire ai Millennium Developmnet Goals delle Nazioni Unite, ma, allo scadere del termine – anno 2015 – gli obiettivi sono ancora molto lontani dal raggiungimento e i dubbi sono ancora tanti. Insomma, il futuro del Continente è ancora incerto. 

Devo ammettere che è stato un articolo molto difficile da scrivere: ho trovato pochissime fonti ufficiali e, i pochi siti istituzionali che ho trovato – uno su tutti quello dell’UA –  sono fatti malissimo e non hanno reso sicuramente la mia ricerca facile. Ho scritto l’articolo, dunque, in 10 giorni (o, per meglio dire, notti, dato che scrivo meglio quando calano le tenebre) con l’aiuto di alcune redbull e di una cosa che chiamerei “pazienza divina”.

Il testo è stato redatto e consegnato ad aprile e, in origine, vi era anche una parte dove si parlava di alcuni Congressi che sarebbero avvenuti a giugno. Sono desolato, ma essendo stato pubblicato a settembre, quella parte è stata cancellata.

Cosa è successo a giugno?
Immagino la situazione sia cambiata poco: purtroppo, da come si capirà anche dall’articolo, in Africa le iniziative si sviluppano in maniera molto lenta e con molti ostacoli. Infatti, come ho detto prima, se da una parte sono stati fatti progressi sostanziali in ambito sanitario negli ultimi decenni, dubito che da aprile ad oggi ci sia stata una rivoluzione degna di nota. — Sopratutto, dubito che ci siano progressi da parte dell’Unione africana nello sviluppo e nei tempi di pubblicazione dei documenti nel proprio sito web: ergo, pur volendo, non ve lo potrei dire perché non troverei le fonti!

A seguire, troverete il link della pubblicazione. Spero che la lettura sia di vostro gradimento e che, in caso vogliate, vi sentiate liberi di darmi il vostro parere commentando in questa pagina.
IsAg – L’Unione africana e le prospettive del continente in ambito sanitario.